NON BASTA MAI

 Nel concerto dedicato agli Italiani nel mondo abbiamo privilegiato la visualizzazione di brani eseguiti al pianoforte da Nicola Pio Nasca.
Il nostro obiettivo  e’   quello  di donare  … agli “Italiani nel mondo” le vibrazioni melodiche suonate da un “non vedente”  per far comprendere quanto siamo fortunati, noi   esseri viventi,  a possedere il miracolo della vista….Uno strumento che diventa miracolo nel momento in cui lo utilizziamo per riflettere   come debellare la mestizia tipica di questi giorni uggiosi di pandemia…immaginando solo per un attimo di essere ciechi …
Come infondere la teoria della giocondita’ in un non vedente che la Gioconda potrebbe non averla mai vista con o senza la mascherina?
La gioconda è in ognuno di noi…
 come Algoritmo. Come Mandala. Come   costante matematica.Come   numero  aureo , come  φ (phi)  1.618.
Come   sezione aurea. Come Divina Proporzione.  La sezione aurea con cui è stata dipinta la Gioconda è   presente nella realtà fisica …investe l’intero creato è la rappresentazione matematica della vita e dell’Universo…la ritroviamo in un cavolfiore….nel girasole, nelle spirali di stelle nebulose e comete.  Anche i non vedenti posseggono  come dono la giocondità della sezione aurea e la applicano istintivamente ogni volta che suonano vivono e lavorano..
 Un attimo solo di cecita’  simulata può diventare una “pillola di saggezza  filosofica” utile più del Prozac,   medicinale prescritto dai Neurologi contro l’ansia e la depressione…

Una pillola di saggezza che ci può aiutare a non lamentarci …ma   a saper vedere…le cose nella giusta dimensione e scoprirne il senso….

 Lo facciamo mettendo a disposizione le competenze di un genio come Leonardo da Vinci che negli occhi della Gioconda   individua  descrive e fa comprendere il miracolo della visione come scienza… e ottiene un risultato sorprendente…  il sorriso degli occhi di Monnalisa    trasuda numinosita’ e bellezza da cinquecento anni..   e il mistero di tale numinosità non scompare neanche se il volto   viene nascosto da una mascherina.Il    sorriso delle labbra parte dal cuore e si trasmette nel volto e nel paesaggio …dove tutto è divina proporzione …PHI.

E’ un simile mistero aureo che rende Monnalisa un bellezza immortale…non è il risultato di una occasionale  abilita’ pittorica…dietro questo effetto di sublime giocondita’, che rappresenta il “made in italy” nel mondo, c’è il valore della conoscenza …la necessita’ di studiare approfondire sperimentare…

Leonardo era un tenace sperimentatore e meditava giorno dopo giorno prima di dipingere… aveva individuato “ventidue variabili visive fondamentali” …dalla cui combinazione l’occhio ricavava le informazioni essenziali su qualsiasi tipo di oggetto e fenomeno…   : luce, colore, distanza, posizione, solidità, forma, grandezza, continuità, discontinuità, numero, movimento, staticità, ruvidezza, levigatezza, trasparenza, opacità, ombra, oscurità, bellezza, bruttezza, somiglianza e varietà.Il made in italy nel mondo che contraddistingue un Italiano,ovunque decida di vivere, sta nel  far tesoro del passato ispiratore  e rubarne metodi e processi  per raggiungere il successo…

Abbiamo privilegiato le musiche di Nicola Pio Nasca perchè attraverso gli occhi di chi non vede possiamo scoprire il senso della vita   per conquistare il metodo della giocondita’ … come sprone alla conoscenza al fine di  studiare sperimentare aggiornarsi…

Ed e’ questo che noi ammiriamo in Nicola Pio Nasca…la sua capacita’ di regalare ad altri  gioia e   serenità da lui ottenuta attraverso lo studio la sperimentazione e l’innovazione intima di un talento …che noi cercheremo di evidenziare in ogni modo possibile….